Video Fiabe - Proiezione Finalisti

Video Fiabe - Proiezione Finalisti

Mille9Cento20 Video Fiabe

Sabato 20 Ottobre 2018 ore 18 presso Forum di Omegna
le proiezioni delle opere finaliste della seconda edizione del concorso per creatori di video fiabe, animazioni e narrazioni visive contemporanee
 
 "Mille9Cento20 Video Fiabe" è un concorso per creatori di animazioni e narrazioni visive contemporanee promosso da Mastronauta e il sostegno di Funder35 per il Festival di letteratura per ragazzi Gianni Rodari​.
L’iniziativa prevede l'attivazione della categoria “VideoFiabe” a fianco delle 3 sezioni fondative del Premio Rodari: Albi illustrati, Fiabe e filastrocche e Rappresentazioni Teatrali.
Il premio verrà consegnato durante il Festival, che nel mese di Ottobre, ogni anno, la città di Omegna dedica al suo illustre concittadino, il nome del concorso  è dedicato all'anno della sua nascita (1920).
 
La seconda edizione del concorso ha previsto due categorie: OVER 18 e UNDER 18.
Per entrambe le sezioni potevano partecipare sia autori singoli che gruppi o classi scolastiche. Ecco le opere finaliste:

CATEGORIA OVER 18
   

"GREGOR" (Italia, 2018 - durata 04:54)  di Antonio Stea (Bitonto, 1991)
Sinossi “Il lavoro di Gregor lo reduce a essere un uomo grigio senza un futuro felice, ma un bel giorno.. “

"Midnight Party”  (Italia, 2017 - durata 01:17) di Daniela Berti (Treviso, 1992)
Sinossi:  “Midnight party è un omaggio a Joseph Cornell, attraverso la tecnica del rotoscopio e del montaggio ho cercato di reinterpretare l'universo dell'artista americano, fatto di visioni, artisti circensi, curiosi balli e castelli incantati. Per la musica, ad accompagnare il valzer della fisarmonica di Paolo Forte, c'è un coro di bambine registrate sul tram a Bruxelles, da Place Flagey a Place Morichar.”

"Macula”  (Italia, 2017 - durata 03:04) di Daniela Berti (Treviso, 1992)
Sinossi:  “Macula è ispirato al Mistero Buffo di Dario Fo e al teatro dell’assurdo. Il personaggio principale è il giullare che, attraverso il suo sguardo, ci regala una nuova idea del quotidiano. Il video, che è l’insieme delle visioni del giullare, non è altro che una selezione di inquadrature, una scelta di visioni particolari per un cambio di prospettiva. Questo corto è un dialogo tra teatro ed animazione, trasformando il corpo dell’attore a teatro nello sguardo del video.”

"Le mie vacanze nell’universo”  (Italia, 2018 - durata 03:04) di Irene Tedeschi (Brescia, 1979)
Sinossi:  “ Animazione di un disegno infantile di Adrian Balan, 9 anni, Romania, conservato dalla fondazione FNAC .

"EGU”  (Spagna, 2018 - durata 05:00) di Ander Pèrez de Arenaza (San Sevastian, 1991)
Sinossi:  “Seguiremo I passi di un personaggio articolato con una professione luminosa e particolare”

"CORP.”  (Argentina, 2016 - durata 09:00) di Pablo Polledri (Argentina, 1975)
Sinossi:  “Ambizione, sfruttamento del lavoro, l'inquinamento ambientale, degrado umano, plusvalore, la corruzione e molto di più nel fantastico mondo del libero mercato!”
 
"Un dìa en el parque”  (Spagna, 2017- durata 02:55) di Diego Porral (Madrid, 1997)
Sinossi:  “Un monologo di un nonno che spiega al suo nipote come erano le cose ... o forse come sono adesso.

  
CATEGORIA UNDER 18

"Power Off" (Italia, 2017 - durata 03:10)  realizzato da Mena Solipano (Cercola, 1983)  con i bambini delle classi II dell’I.C. 70 Marino – Santa Rosa  - Cercola (NA)
Sinossi “Una bambina vorrebbe uscire per giocare all’aria aperta, ma il cellulare di sua madre, sempre in attività, glielo impedisce. Il video è nato dal disagio manifestato da tutti i partecipanti al laboratorio nei confronti dell'utilizzo del telefono cellulare da parte dei genitori. Una bambina, in particolare, ha raccontato la storia che è stata poi lo spunto per realizzare POWER OFF.”
 
"Pinocchio non dice bugie" (Italia, 2018 - durata 06:00)  realizzato da Giovanni Bellotti (Villaricca, 1991)  con i bambini del 69° C.D. di Napoli
Sinossi “Pinocchio è un burattino di legno scuro, costretto a scappare dalla guerra in Siria a bordo di una nave che lo condurrà nel Paese dei Balocchi, dove incontrerà persone che lo inganneranno con le loro bugie. Dopo una serie di peripezie, e grazie all’aiuto del maestro Geppetto e dei compagni di scuola, riesce finalmente a trovare il suo posto nel mondo.”
 
"Come è fatto un bambino" (Italia, 2018 - durata 04:24) realizzato dalle bambine e dai bambini di 5 anni della Scuola dell'Infanzia Don Minzoni di Rezzato (BS), con le loro maestre Luigina Fappani, Anna Mambelli  e Ines Cavagna. Laboratorio Telepongo di Vinz Beschi
Sinossi “Liberamente ispirato a "Che cos'è un bambino?" di Beatrice Alemagna.

Saranno inoltre proiettati fuori concorso gli esiti  del laboratorio di Videoanimazione condotto da Gabriella Cardillo nell’anno scolastico 201/2018 con le classi 4° e 5° della scuola primaria di Bagnella di Omegna.

“Creatività è sinonimo di “Pensiero divergente”, cioè capacità di rompere continuamente gli schemi dell’esperienza. È “creativa” una mente sempre al lavoro, sempre a far domande, a scoprire problemi dove gli altri trovano risposte soddisfacenti, a suo agio nelle situazioni fluide nelle quali gli altri fiutano solo pericoli, capace di giudizi autonomi e indipendenti (anche dal padre, dal professore e dalla società), che rifiuta il codificato, che rimanipola oggetti e concetti senza lasciarsi inibire dai conformismi. Tutte queste qualità si manifestano nel processo creativo. E questo processo – udite! Udite! – ha un carattere giocoso: sempre.”

(Gianni Rodari, Grammatica della fantasia)
 
Per info
Andrea Ruschetti 335 6465599
info@mastronauta.it